- COSA FA IL NOTAIO PARTE QUARTA: PERCHE' SERVE IL NOTAIO PER COSTITUIRE UNA SOCIETA'?

 Come una persona quando nasce viene iscritta nei registri del Comune così anche le società per vedersi riconoscere la soggettività giuridica necessitano di essere iscritte in un apposito elenco tenuto presso il registro delle imprese.
Ad oggi infatti l'iscrizione al registro imprese è necessario per tutte le società, sia di persone che di capitali, per essere considerate regolari. Anzi per le società di capitali l'iscrizione al R.I. è elemento essenziale per la loro venuta ad esistenza.
Come i genitori al momento della nascita di un bambino comunicano l'evento al Comune, così, quando si costituisce una società, i soci devono dichiarare al Registro Imprese la nascita di quest'ultima.
Ma mentre un bambino, però, è una persona concreta, una società è una persona astratta, non si vede, non si può garantire la sua reale esistenza ma ci si basa solo sulle dichiarazioni dei soci.
E' qui che interviene il Notaio che in qualità di pubblico ufficiale, incaricato dallo Stato, attesta la venuta ad esistenza della società, l'identità dei soci, il versamento del capitale sociale, la nomina degli organi sociali ed il rispetto delle norme di legge in materia.
E' il Notaio che si occupa dell'iscrizione al Registro delle Imprese della società, ed è solo in questo modo che si ha la certezza dei dati che in esso sono contenuti.
Se, infatti, l'accesso alla iscrizione dei dati fosse libera, questa certezza verrebbe meno, perché chiunque potrebbe aggiungere elementi senza che prima ne sia stato fatto un controllo.
Viene quindi eseguito dal Notaio un controllo preventivo di legalità. Proprio sul controllo preventivo di legalità, oltre che sull'autenticità degli atti, si fonda l'affidabilità del Registro delle Imprese, riconosciuto dalla Banca Mondiale, che ci distingue rispetto ai paesi anglosassoni, nei quali le risultanze dei registri delle società sono prive di valore legale, causando la possibilità di frodi, evasione fiscale e alterazione dei traffici giuridici. Ciò consente all'Italia di avere un ridottissimo tasso di contenzioso giudiziario in materia.
E' di pochi giorni fa la notizia che il legislatore ha voluto eliminare questo controllo preventivo di legalità per le così dette società Start-up innovative, quelle società cioè che godono di alcuni benefici fiscali se rispettano determinati requisiti previsti dalla legge ed hanno un oggetto sociale innovativo. Tale scelta rischia di minare le basi della sicurezza dei nostri Registri delle Imprese.
La scelta del legislatore è stata dettata da due elementi: 1) velocizzare la costituzione e 2) ridurre i costi.
Ma entrambei i motivi sono infondati, perché ad oggi tramite il Notaio la società può essere costituita in 24 ore, salvo poi i tempi richiesti dal Registri delle Imprese per l'espletamento delle loro funzioni. Mentre per i costi si ricordi che il notariato italiano, pur di non minare la certezza dei pubblici registri, ha deciso di stipulare gratuitamente (senza quindi onorario del notaio) gli atti di costituzione di società a responsabilità limitata semplificata.
Occorre, comunque, precisare che ad oggi, nonostante l'approvazione della normativa sulle Start-up, non sono ancora stati emanati i decreti attuativi da parte del Ministero delle Sviluppo Economico.

[torna all'elenco notizie]