- PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PROMOZIONE ALL'ESTERO E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE.

 Il 16 giugno 2015 è stato firmato, in occasione della World Investment Conference 2015 alla presenza del Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il protocollo d’intesa tra ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e Consiglio Nazionale del Notariato. Lo scopo dell'intesa è quello di incentivare e semplificare gli investimenti in Italia da parte di società estere e quelli di società italiane all'estero.
Nel corso della giornata è stata presentata la guida “Doing Business in Italy – Investment Guide 2015”, primo strumento operativo derivante da questo protocollo disponibile sul sito www.investinitaly.com. La guida, oltre che del contributo dell’Agenzia ICE e del Consiglio nazionale del Notariato, è frutto del lavoro dei Ministeri dello Sviluppo Economico, degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, dell’Economia e Finanze, del Lavoro e Politiche Sociali, dell’Istruzione, Università e Ricerca e descrive in modo completo le diverse forme giuridiche societarie italiane, i rapporti contrattuali per i dipendenti, la tassazione e gli incentivi disponibili.
Quella tra l’Agenzia Ice e il Notariato è la prima partnership governativa con un ordine professionale volta a sostenere e orientare le imprese italiane nei mercati internazionali e le imprese estere interessate a investire in Italia, grazie al coinvolgimento del network degli 86 paesi nel mondo in cui è presente l’intervento notarile ed alla rete degli 81 uffici dell’Agenzia ICE in 67 Paesi.
Il Notariato, per promuovere lo sviluppo di processi di internazionalizzazione, si impegnerà a:
- garantire un’assistenza di primo livello ai funzionari dell’Agenzia ICE su specifiche richieste provenienti da imprese assistite;
- garantire assistenza internazionale all’Agenzia ICE e alle imprese assistite grazie al network dei notariati presenti nel mondo e aderenti all’Unione Internazionale del Notariato e al CNUE.
L’intervento notarile in campo societario ha fatto scalare all’Italia 44 posizioni dell’indice "starting a business" negli ultimi due anni, come risulta dal rapporto Doing Business 2015 della Banca Mondiale, grazie alla riduzione dei tempi e semplificazione delle procedure necessarie per la costituzione di una società, oltre al sistema di trasmissione telematico notarile che offre affidabilità e certezza al registro delle imprese italiano.
Questi elementi costituiscono un nostro punto di forza a garanzia degli investimenti e hanno la finalità di evitare ogni possibile contenzioso. Sono una eccellenza italiana, riconosciutaci a livello mondiale da numerosi economisti, che viene studiata, al fine di una sua assimilazione, sia da paesi in via di sviluppo come la Cina, che da sistemi consolidati come quello americano.

[torna all'elenco notizie]