- CHIARIMENTI SULLA DETRAZIONE DELL'IVA PER GLI ACQUISTI DI IMMOBILI IN CLASSE ENERGETICA A O B.

 L'Agenzia delle Entrate il 18.5.2016 ha pubblicato la circolare 20/E del 2016. Questa circolare è un commento alle novità fiscali previste dalla così detta "legge di stabilità 2016".
Tra i vari argomenti trattati ci soffermiamo sulla detrazione del 50% dell'importo corrisposto per il pagamento dell'IVA in relazione all'acquisto di unità immobiliari in classe energetica A o B effettuato entro il 31.12.2016 da imprese costruttrici. L'Agenzia ha infatti risolto alcuni dubbi interpretativi relativi a tale agevolazione.
Prima di tutto è stato specificato che l'espressione "imprese costruttrici" va intesa in senso ampio, ricomprendendo ogni "impresa che applica l'IVA all'atto del trasferimento, considerando tale non solo l'impresa che ha realizzato l'immobile ma anche le imprese di ripristino o c.d. ristrutturatrici".
La circolare poi illustra che il beneficio fiscale può essere esteso anche alle pertinenze dell'unità abitativa acquistata, a condizione che l'acquisto delle due unità avvenga contestualmente.
L'Agenzia, inoltre, spiega che non vi sono ostacoli al cumulo di questa agevolazione con altre che il compratore può richiedere, come ad esempio quelle relative alla ristrutturazione o al costo di costruzione del box auto. Tuttavia, però, si specifica che resta fermo il principio generale secondo cui non è possibile far valere due agevolazioni sulla medesima spesa. Quindi ad esempio alla detrazione del costo di costruzione va sottratto il 50% dell'iva per la quale il contribuente si è avvalso della detrazione ai sensi della legge di stabilità.
E' stato, infine, chiarito che è possibile portare in detrazione solo il pagamento dell'IVA avvenuto nel 2016, "pertanto non è possibile fruire della detrazione con riferimento all'IVA relativa agli acconti corrisposti nel 2015, anche se il rogito risulta stipulato nell'anno 2016.".

[torna all'elenco notizie]