- CRIMINI DOMESTICI, SOSPENSIONE DALLA SUCCESSIONE.

Il prossimo 16 febbraio entrerà in vigore la legge n. 4 dell’11 gennaio 2018 che prevede modifiche al Codice Civile ed al Codice Penale relativamente ai crimini domestici.

In particolare viene introdotto l’articolo 463-bis nel Codice Civile che prevede la “sospensione della successione” nei confronti del coniuge (anche legalmente separato) e della parte dell’unione civile indagati per omicidio volontario o tentato nei confronti dell’altro coniuge o dell’altra parte dell’unione civile, fino al decreto di archiviazione o alla sentenza definitiva di proscioglimento.

La nuova norma si applica anche alle persone indagate per l’omicidio volontario o tentato  nei confronti di uno o entrambi i genitori, del fratello o della sorella.

In questi casi si procede alla nomina di un curatore dell’eredità giacente.

In caso di condanna o patteggiamento verrà pronunciata, direttamente dal giudice del procedimento penale, in base alle norme del codice civile, l’indegnità del soggetto condannato o che ha patteggiato. Anche questa è una novità della nuova normativa. Infatti prima della novella l’indegnità poteva essere dichiarata solo su istanza di parte.    

[torna all'elenco notizie]